Esistono veramente i prestiti a tasso zero reale?

controlli_banca

Solitamente un prestito è uno strumento finanziario che realizza un duplice scopo.
Da una parte si trova il contraente che necessita di una certa somma di denaro. Grazie al finanziamento può, quindi, disporre immediatamente di un capitale che non ha ancora accumulato e d’altro canto dovrà corrispondere degli interessi al creditore.
Dall’altra parte troviamo il soggetto finanziatore che realizza questo tipo di operazione per ottenere un guadagno. Detto guadagno è ovviamente rappresentato dal tasso di interesse.

Tuttavia nella pratica si sono molto evoluti i metodi di finanziamento, fino al punto in cui oggi assistiamo a dei prestiti a tasso zero reale. Per cercare di capire meglio questo fenomeno, è bene analizzare questa tipologia di finanziamento per capire se realmente il costo è nullo. Iniziamo col dire che il costo di un prestito non è calcolato solo dagli interessi, invece entrano in gioco anche altre grandezze che vengono definite dalla banca come commissioni o costi accessori.

Read more »

Voucher per acquistare servizi di baby-sitting

La legge n. 92 del 28 giugno 2012, recante “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”, prevede nuovi interventi volti a favorire l’inclusione delle donne nel mercato del lavoro e il sostegno alla genitorialità, attraverso l’introduzione di misure orientate a migliorare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e la condivisione dei compiti di cura dei figli.

In particolare, l’articolo 4, comma 24, lettera b) della legge n. 92/2012 introduce in via sperimentale, per il triennio 2013 – 2015, la possibilità per la madre lavoratrice di richiedere, al termine del congedo di maternità e in alternativa al congedo parentale, voucher per l’acquisto di servizi di baby sitting, ovvero un contributo per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati, da utilizzare negli undici mesi successivi al congedo obbligatorio, per un massimo di sei mesi.
Read more »

Nasce l’anagrafe dei conti corrente

L’Agenzia delle Entrate in summit con le banche.

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ha firmato il provvedimento che rende operativo dell’”Anagrafe dei rapporti finanziari”concludendo l’iter per dare il via definitivo al decreto attuativo dell’Agenzia.

Questo provvedimento che cambierà in modo sostanziale il mondo dei conti correnti.

Come?

Read more »

Le assenze ingiustificate ammettono il licenziamento

Il lavoratore che non si reca al nuovo posto di lavoro per la difficoltà a raggiungere la nuova sede è licenziabile.

È questa la conclusione a cui si è giunti con la sentenza n. 6971/2013 della Corte di cassazione.

La Corte ha rigettato il ricorso avanzato da una donna contro la decisione con cui la Corte d’appello di Venezia aveva ritenuto legittimo il licenziamento disciplinare alla stessa intimato da parte della cooperativa per cui lavorava, per le ripetute assenze ingiustificate dal posto di lavoro.

Read more »

Laureati: quali prospettive lavorative?

Laurearsi cosa tempo, sacrifici e soldi.

Le difficoltà sono tante per arrivare all’agognata Laurea.

Ma poi quali sono le prospettive lavorative?

Si è discusso di questo argomento nel primo Rapporto sulle potenzialità dell’utilizzo delle Comunicazioni Obbligatorie per lo studio delle caratteristiche della domanda di lavoro per i laureati della Sapienza, presentato il 14 marzo nella Facoltà di Economia dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’ambito del seminario “Aspettative dei laureati e domanda delle imprese”.

Una domanda di lavoro sempre più flessibile, polifunzionale e frammentata è quella che si prospetta ai neolaureati alle prime esperienze professionali.

Lo studio è basato sui risultati della sperimentazione condotta dal gruppo Uni.co (composto da esperti della Sapienza, Ministero del Lavoro e ItaliaLavoro) e dal sistema di Placement Soul-Sapienza sui dati delle Comunicazioni Obbligatorie telematiche fornite dai datori di lavoro ai servizi competenti.

Read more »

Giovani: più poveri e senza lavoro

La situazione economica è sotto gli occhi di tutti.

La crisi economico finanziaria porta ad un impoverimento delle varie fasce sociali, in particolare dei giovani che sono alla ricerca di lavoro o che hanno solo occupazioni precarie.

Read more »

Tassa per la numerazione e bollatura dei libri e registri sociali: scadenza al 18/03

Entro 16/03/2013, con proroga al 18/03/2013 essendo il giorno 16 di sabato, le sole società di capitali sono tenute al versamento della tassa per la numerazione e bollatura dei libri e registri sociali, come previsto dall’art. 23, nota 3, Tariffa, D.P.R. 26.10.1972, n. 641.

La Circolare Ministeriale 3.5.1996, n. 108/E, fornisce chiarimenti in merito ai soggetti tenuti al versamento di tale tassa.

Read more »

Arriva il bonus per chi assume i licenziati

Qualche giorno fa, con una del Ministero del Welfare, è stato ufficializzato l’imminente arrivo di un decreto “pro licenziati in mobilità”.

Molta della stampa già giudica il decreto uno strumento che non sarà efficace, un contentino, uno sforzo che forse non darà frutto.

Vedremo nel tempo, effettivamente, se le aziende si accontenteranno del bonus “tampone”, liquidità che forse sì, più probabilmente no, potrebbe far gola alle aziende in un tempo di crisi in cui più che mai l’odore di banconote è come l’odore dei tartufi per i cani.

Il decreto stabilisce che ai datori di lavoro che assumono i licenziati per giustificato motivo oggettivo avranno un bonus di 190 euro per 1 anno (la somma totale stanziata dal decreto è di 20 milioni di euro).

Read more »

Tribunale di Napoli: il redditometro viola la privacy

Il redditometro viola l’art.2 della Costituzione: “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale“.

Il redditometro che spulcia nella vita del cittadino è , secondo la recente sentenza del Tribunale di Napoli, uno strumento che oltrepassa la privacy del contribuente che è prima di tutto, un cittadino e un individuo con delle libertà fondamentali.

Read more »

Bridgestone: a casa 950 dipendenti in Puglia. Il sindaco con i lavoratori

Bridgestone Europe ha deciso di avviare la procedura di chiusura dello stabilimento di pneumatici pugliese di Bari-Modugno entro la prima metà del 2014.

Come conseguenza si avranno 950 lavoratori licenziati ed altri 300 circa nell’indotto.

Secondo la casa madre le ragioni di questa drammatica decisione darebbero da attribuirsi a calo della domanda, concorrenza dei Paesi emergenti, costi energetici e logistica che penalizza la produzione.

Read more »

Powered by WordPress Finanza